loader image

Varese Ligure

 

“D’azzurro, alle tre fasce d’argento, alla sbarra di rosso attraversante” (Descrizione araldica dello stemma)

Varese Ligure termina l’itinerario fra dorsali fiorite, guadi d’alta quota, zone a pascolo, ruderi (il nucleo di Porciorasco è giusto in attesa di recupero), fortilizi e scorci medievaleggianti, rendendosi in prima linea partecipe dell’atmosfera: dalla tipica struttura a cerchio del nucleo storico – ipse dixit, si tratta di un Borgo Rotondo – attiguo alla dimora nobiliare e alla piazza del mercato, abbracciata dai portici, individuiamo un rapido susseguirsi di case che, abbandonata la nuda pietra del castello, compressa la vivacità delle facciate, sfocia in una natura molto spesso incontaminata.

Nel Duecento, la signoria dei Fieschi, pure grazie al facile collegamento transappenninico, ha deciso per Varese Ligure una sorte nobile, indicandolo quale villaggio d’elite della Val di Vara, “capoluogo” del loro ducato. Nulla invidiando a Brugnato, si è guadagnato la Bandiera Arancione, e una menzione come Borgo Più Bello d’Italia.

Eventi e Luoghi d'Interesse

Varese Ligure, una perla volta a chiudere lo scrigno di gemme sottostanti, pare che di propria iniziativa sia riuscita a valorizzare le produzioni agricole e l’allevamento sostenibile, tanto da costituire, e diventare per estensione, la capitale filosofica del celeberrimo “Biodistretto Val di Vara”, facendosi altresì conoscere in qualità di primo centro europeo certificato per la sostenibilità alimentare ed energetica.

La Fortezza dei Fieschi, risalente al XV secolo, riassume i passi compiuti da un borgo che basta a se stesso: ad emblema della cittadella storica, ovvero il Borgo Rotondo, crea un contrasto delizioso con l’acciottolato pulito di Piazza Marconi. C’è un qualcosa di misterioso nell’alta torre di offesa, a sua volta rappresentazione riuscita della metodica quattrocentesca, e un secondo torrione difensivo, cilindrico, le si fa accanto, costruito qualche decennio più tardi. Restaurato nel dopoguerra, su direzione della Soprintendenza ai Monumenti della Liguria, questo colosso è oggi di proprietà comunale e sede per mostre, convegni e manifestazioni.

Troppe sono le chiese e le pievi da elencare a Varese Ligure, ve ne indichiamo una che ben riassume il gusto per la sacralità che, a poca distanza dal Cento Croci, è andato affermandosi. E allora, davanti al castello, pronti per scoprire le bellezze di chiesa e convento dei Santi Filippo Neri e Teresa d’Avila, con ben due torri campanarie, chiari i rimandi barocchi; entrate, e subito vi si para davanti una pregevole raffigurazione secentesca di Gregorio de Ferrari. Ininterrotto il patrimonio naturalistico che costeggia fontanili e santuari, ma il “Museo Contadino” di Cassego ve ne può dare un assaggio.

Chiudiamo alla grande con il “Festival Nazionale del Biologico e delle Buone Energie”, a Varese Ligure.

Cucina

In Alta val di Vara, padrone indiscusso di tegami sfrigolanti e centritavola imbottiti, pare essere il borgo di Varese Ligure, che ci regala la farinata (o fainà), una specie di pastella sottile uguale alla controparte mangiata in Toscana ma adagiata sopra foglie di castagno inumidite e con poco sale, e una chicca, il formaggio stagionato allo Sciacchetrà del Parco Nazionale delle Cinque Terre, toma rotonda di latte crudo certificato, ed ottenuto dai pascoli della Val di Vara.

Della disponibilità di un terzo tipo di fagiolo autoctono, detto Cenerino, è possibile approfittarne in tutti i borghi dell’Alta Valle, lo si assapora a dovere crudo, con olio extravergine, o appena scottato.

A Varese Ligure vi capiterà, e non senza gioia, di mangiare dei caratteristici dolci di pasta di mandorle a forma di fiore, dal colore rosso, rosa e giallo, un tempo vanto dalle suore di clausura del Monastero dell’Ordine Agostiniano di San Filippo Neri.

Partner

proloco cadimare logo italiapervoi

 

Newsletter

 

 

Social
Italia per Voi s.r.l – Via Vittorio Veneto 255, 19124,
La Spezia (SP)
(+39) 333 8485291 – [email protected]
© 2012/2021 – All Rights Reserved – Privacy & Cookie Policy – Credits – Autorizzazione TRIBUNALE LA SPEZIA nr. 1740/19 del 19.11.2019
Apri chat
💬Hai bisogno di aiuto?
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti? 😃